Museo La Castellina

Circuito museale nursino

Il palazzo

Il palazzo della Castellina non rappresenta soltanto un “contenitore” atto ad ospitare opere d’arte, ma è esso stesso parte integrante della struttura e del percorso museale, possedendo di per sé un notevole valore artistico. Si tratta, infatti, di un edificio storico (sede della Prefettura della Montagna) risalente al 1554, quando la sua costruzione fu decisa dal papa Giulio III ed affidata a Jacopo Barozzi detto il Vignola.

La struttura, che di fatto è un palazzo fortificato, è costituita di due piani ed ha pianta quadrangolare con baluardi angolari a scarpa, sghembi alla base; una forma dovuta sia a motivi di sicurezza che a ragioni antisismiche.

 

La Collezione Massenzi

La collezione è stata donata dal Cavaliere Evelino Massenzi al Comune di Norcia nel 2000 e si compone di numerosissimi pezzi archeologici e storico-artistici. La parte archeologica è prevalentemente costituita di reperti ceramici greci ed etruschi e di manufatti bronzei dislocati su quattro sale ed esposti secondo un criterio cronologico-tipologico. Per quel che concerne il nucleo storico-artistico è da evidenziare la presenza di una Vergine Annunciata in terracotta policroma attribuita a Jacopo della Quercia.

 

Tomba del “Principe guerriero”

La Tomba del “Principe guerriero” è la perfetta ricostruzione di una sepoltura appartenente ad un capo-villaggio sabino, databile tra fine VII e inizi VI sec. a.C. All’interno è deposto lo scheletro autentico, mentre il corredo funebre è conservato presso il Museo del Criptoportico Romano di Porta Ascolana.

 

Nursia e l’Ager Nursinus dalla praefectura al municipium.

Al primo piano del museo la mostra “Nursia e l’Ager Nursinus dalla praefectura al municipium” illustra lo sviluppo del territorio dalla conquista romana (290 a.C.) all’epoca di Vespasiano, imperatore di origine nursina. Tra i numerosi reperti spicca lo splendido letto funerario in osso appartenente al prestigioso corredo di una facoltosa matrona.